Rievocazione della battaglia di Loano

Siamo nel 1812.

L’Italia del nord-ovest (Liguria – Piemonte – parte della Lombardia – Toscana e parte del Lazio)   faceva direttamente parte dell’Impero Francese di Napoleone I, mentre il resto del settentrione costituiva il Regno d’Italia, il cui re era  lo stesso Napoleone. Egli, infatti, il 26 maggio 1805, nel Duomo di Milano, aveva apposto sul proprio capo l’antica Corona Ferrea dei sovrani Longobardi.

L’armata francese era impegnata nella rovinosa campagna di Russia:

Napoleone, nel giugno 1812 entrò in Russia varcando il Njemen, con 500.000 uomini ed il  10 dicembre di quello stesso anno, si ritirò con  poco meno di 37.000 uomini!

Nel frattempo, il Mediterraneo era solcato dalla flotta inglese che cercava di interrompere o di rendere difficoltosi i traffici ed i rifornimenti via mare dei Francesi. Innumerevoli furono le incursioni ed  i sabotaggi lungo le coste della nostra Penisola: da Ventimiglia a Trieste, ininterrottamente dal 1796 al 1814 . Si possono ricordare, a tale proposito, diversi episodi, avvenuti al largo delle nostre coste, utili per comprendere quale fosse la rilevanza strategica della Liguria a quel tempo. Il primo avvenne nel 1796, quando l’allora Comandante Nelson catturò quattro vascelli francesi che si erano rifugiati nella rada di Loano. Nel maggio 1810, gli Inglesi tentarono, numerose volte ed invano, di sbarcare tra Noli e Vado Ligure.

Tuttavia, l’evento di maggior rilevanza,  avvenne il 9 maggio 1812, quando la flotta inglese inseguì diciotto imbarcazioni francesi, che trovarono rifugio nel golfo di Alassio. In questa data sbarcarono sulle coste liguri duecento Royal Marines che presero due batterie costiere. Gli Inglesi, alla fine della battaglia, furono costretti al ritiro, ma non prima di essere riusciti a depredare ben sedici delle diciotto navi nemiche. Ciò avvenne nonostante il violento contrattacco francese.
Il 27 Giugno dello stesso anno, un altro convoglio francese di vascelli a vela latina trovò nuovamente rifugio nel golfo di Laigueglia. Dapprima lo scontrò si perpetrò via mare ed, in seguito, avvenne uno sbarco sulla terra ferma con un conseguente combattimento con le baionette. Gli Inglesi uccisero due ufficiali e venti soldati e catturarono  quattordici prigionieri. Durante la battaglia morì anche  il Comandante del Battaglione Beniamino Garnier, in seguito decorato  con la Legion d’ Onore insieme al soldato Giuseppe Burle.

Il giorno seguente, dopo altri combattimenti, gli Inglesi furono respinti, anche grazie all’aiuto degli abitanti di Laigueglia. Tuttavia, i soldati inglesi, ritirandosi, riuscirono a mettere fuori uso due  cannoni della batteria costiera, spinandoli. Inoltre, distrussero svariati carriaggi ed altro materiale bellico.

Tutte le azioni di sabotaggio ed incursione cessarono dopo la caduta di Napoleone nel 1814.

Questa nostra manifestazione vuole rievocare gli eventi che avvennero sulle nostre coste in quel periodo, ma, soprattutto, quelli che ebbero luogo nel 1812,  e che videro come protagonisti personaggi di importante caratura che scrissero, inconsapevolmente, una parte della nostra Storia…

Programma


Venerdi 13 Aprile
ore 10.00 Inizio della manifestazione
Allestimento dei campi
ore 16.00 Libera uscita per le truppe presenti
0re 23,30 Rientro libera uscita e Silenzio

Sabato 14 Aprile
ore 7,00 Sveglia, assemblea a cura dei reparti  La gendarmeria/ Police controlla la sveglia
ore 7,20 Rassetti personali toilette, colazione
ore 9,30 Assemblea generale, trasferimento centro città Francesi
ore 10,30 Assemblea generale Piazza Italia Francesi
Assemblea generale Piazza Rocca Inglesi
ore 10,45 Assemblea Ufficiali e comandanti di reparto Tutti da tenersi in Municipio Piano terra
ore 11.00 Addestramento a cura dei capi reparto

ore 12.00 Distribuzione rancio Tutti Piazza Italia
ore 13,30 Trasferimento di equipaggio imbarcato Nave Pandora/ Spirit Inglesi
restanti sulla spiaggia adiacente
ore 14,30 Assemblea generale Piazza
ore 15,30 Sbarco truppe Inglesi con due Pz artiglieria Inglesi
Combattimenti per le vie del centro
ore 17,00 Ritirata Francese al campo
Inglesi prendono possesso della città assemblaggio
Assemblea Inglesi a Piazza Italia alza bandiera Inglese
ore 18,00 Sentinelle montanti
ore 19,00 Distribuzione cena Tutti Inglesi Campo Piazza
Francesi al Bivacco
ore 20,30 Libera uscita
ore 21,00 Comincia la ronda per la città
ore 23 ,00 Smonta la ronda
ore 23 ,30 Rientro libera uscita e Silenzio

Domenica 15 Aprile
ore 7,00 Sveglia, assemblea a cura dei reparti  La gendarmeria/ Police controlla la sveglia
ore 7,20 Rassetti personali toilette, colazione
ore 8,00 Smontano le sentinelle
ore 9.00 Adunata in Piazza Italia
1) cerimonia Alza bandiera
2) Proclamo da parte del comandante Inglese
3) addestramento dei reparti e ronde per la vie della città
ore 9, 20 Assemblea truppe Francesi e spostamento a ridosso della torre Francesi
ore 10,30 Contrattacco Francese
ore 11,00 Nave Pandora / Esprit alla fonda davanti la spiaggia
ore 11,30 Inglesi abbandonano la costa – fine delle ostilità
ore 13,30 Rancio distribuito piazza Italia
ore 14,20 Francesi in colonna ritornano al bivacco
ore 14.00 Fine evento

Dal 13 al 29 Aprile a Palazzo Doria sarà allestita una mostra di documenti armi e reperti della battaglia di Loano.