Lo Yacht Club Marina di Loano apre le porte il prossimo 9 aprile

Lo Yacht Club Marina di Loano nasce con un’impronta e un’anima sportive ben riconoscibili nel ricco calendario di eventi agonistici, che sarà gestito in collaborazione con il Circolo Nautico Loano: la stagione 2012 prenderà ilvia con le Melges 32 Audi Sailing Series in programma dal 12 al 15 aprile, acui seguiranno le Melges 20 Audi Saling Series, dal 19 al 22 aprile. In occasione di queste due manifestazioni, sarà offerto il transito gratuito a tutte le imbarcazioni che vorranno ormeggiare alla Marina di Loano perseguire le regate. Il calendario delle manifestazioni del primo semestre proseguirà con Lupo di Mare, evento organizzato dal Cantiere Sciallino (27-29 aprile), e con unatappa del BMW Sail & Drive (29 maggio – 1 giugno). Il club vive inoltre in una realtà – quella di Marina di Loano – che da sempre riserva grande attenzione a iniziative sportive di alto profilo, come dimostra l’accordo con la Federazione Italiana Vela che ha scelto la Marina quale base logistica per preparare e selezionare il proprio team nazionale Under 19 in vista delle Olimpiadi di Rio 2016. Marina di Loano inoltre sup porta due atlete del calibro di Giulia Conti e Giovanna Micol, che rappresenteranno l’Italia nella classe 470 alle Olimpiadi di Londra. Il palmarès di Giulia e Giovanna comprende 2 medaglie ai Campionati delMondo, 3 medaglie ai Campionati Europei e 4 ai Campionati Italiani. Marina di Loano, infine, è partner del giovane velista Simone Ferrarese che,a soli 23 anni, sarà l’unico italiano a partecipare al World Match RacingTour 2012, uno dei soli quattro eventi internazionali, insieme ad America’sCup, Volvo Ocean Race ed Extreme Sailing Series, che ha ricevuto dall’ISAF(la Federazione internazionale Vela) lo status di  “Special Event”.

Lo Yacht Club Marina di Loano opera però in confini ancora più ampi e ha l’obiettivo di diffondere i valori della nautica e della marineria,proponendosi come punto di aggregazione per iniziative culturali ebenefiche, la prima delle quali sarà il charity dinner del prossimo 13 aprile in favore di Nave Italia, il brigantino di 61 metri della FondazioneTender to Nave Italia Onlus destinato al recupero delle persone affette da disagi fisici e psichici.