Galata Museo del Mare Acqua, Ale’! Voci immagini suoni note di AleCavalli. Dal 5 aprile al 1 luglio 2014 – vari luoghi galata. 4 aprile ore 17 inaugurazione aperta al pubblico.

Dal 5 aprile al 1 luglio il Galata Museo del Mare ospita la personale di Alessandra Cavalli “Acqua, Alè”. La mostra presenta gli effetti del personale e lungo percorso creativo di passione dell’artista per l’elemento Acqua,  visto in tutte le sue forme, qualità e manifestazioni. Installazioni, pittura, fotografia, video, ceramica e disegni, in tutte le sue possibili visioni ed effetti che l’acqua ha sulla vita dell’uomo, invadono/allagano il Museo, senza l’intento di prevalere, ma, come l’acqua, adattandosi alla sua architettura scabra e pulita. Una sezione video con i contributi di artisti coinvolti da Alessandra lungo la strada della vita; un ciclo di conferenze di natura scientifica e sociale; un “diario dell’acqua” a disposizione dei visitatori; laboratori didattici per bambini completano l’imponente progetto della mostra le cui installazioni si avvalgono del progetto sonoro con musiche originali di Michele Ferrari.

L’inaugurazione è prevista venerdì 4 aprile ore 17 alla presenza di Alessandra Cavalli e dei numerosi artisti, ed amici “visionari” che hanno partecipato al progetto “Acqua, Ale’. Voci immagini suoni note”. Inaugurazione ad ingresso libero. La mostra è stata realizzata grazie al crowdfounding, metodo di raccolta fondi e finanziamenti attraverso una sottoscrizione popolare che consente a chi propone un progetto di farsi un’idea dell’interesse potenziale che può attirare la sua proposta coprendone le spese per la produzione. “Acqua, Alè” è visibile tutti i giorni dalle 10 alle 19.30 (ultimo ingresso ore 18). Biglietto 12€ adulti e 7€ ragazzi; visita gratuita per i sostenitori del progetto di crowdfounding.

IL PERCORSO
Il percorso creativo inizia nell’atrio del Galata con due istallazioni: “La barca in brocca”, grande vetrofania applicata alla parete di fondo che introduce il visitatore alla mostra e “contenitori d’acqua”, piccoli mondi fotografici, scatole di riciclo, stampa, foto e pittura allestite come istallazione. Lungo la prima rampa di scale il visitatore trova Multipli, tazebao fotografici, nel corridoio attiguo sulla volta, “Rifletto, Siti celesti marini e terrestri, (video) e Effetto acqua”, proiezione di diapositive di frammenti di opere d’arte degradate dall’effetto dell’acqua. Al secondo piano, presso la Galleria delle Esposizioni, sono visibili “Un servizio da tè”, bozzetto di ceramica di una fontana da giardino e “25 metri di mare”, tela dipinta, aderente al soffitto, alle pareti il percorso creativo che ha prodotto la realizzazione dell’installazione. Nel corridoio accanto alla Galleria, è visibile “Lungomare notturno”, un’altra tela dipinta di grandi dimensioni (15m x 3m).

“Acqua, Alè” continua al 3° piano con “Diari d’acqua”, un’istallazione che si alimenta con il contributo dei visitatori: a disposizione del pubblico diversi materiali per costruire, con parole e immagini, un’opera collage sul primo ricordo d’acqua. Grazie all’istallazione sonora “Voci d’acqua” i visitatori ascoltano, attraverso lettori mp3, diverse testimonianze di chi sa cosa vuol dire vivere senz’acqua potabile in casa. A completare l’allestimento del terzo piano l’istallazione cartacea verticale “stessa lunghezza d’onda”.

La sezione video intitolata “L’acqua degli altri è sempre più buona”, raccoglie i contributi di:
Elena Arromando, Aurora Bafico Ferrari, Francesca Biasetton, Philippe Buttet, Cristiano Casone, Bruna Chiarle, Giancarlo Drago, Simone Durante, Rossana Gotelli, Rosita Mariani, Igor Sciavolino, Alberto Vitale Brovarone, Nora Dreissigacker, Francesco Firpo, Maurizio Loi, G.M.M., Matteo Macciò, Emanuele Magri, R. Aloi Gianfranco Pangrazio per compagnia ARBALETE – Uzonovega; Piero Pizzorni,, Roberto Piu, Roberto Rossini, Marina.Rizzelli, Marco Saroldi, Stefano Stiglich, Gianluca Sturman, Verena Baumann,, Patrizio Todesco, Lu Tiberi, Federico Zambiati, Massimo Zambiati

Durante tutto il periodo della mostra è possibile partecipare al ciclo di conferenze “Acqua e scienza, acqua e cura, acqua e società, acqua e tecnica” dove esperti in materia – fisici, filosofi, storici, scrittori, geochimici, radiestesisti, biologi, psicanalisti ecc,- pongono il personale accento sull’elemento acq

Auditorium Galata – dalle 17.30 alle 19.30 – ingresso libero
• 10 aprile 2014 – ACQUA IN ARTE
Giovanni Cimatti – artista e ceramista
Flavia Cellerino – storica dell’arte
• 11 aprile 2014 – ACQUA E ACQEDOTTO A GENOVA
Giorgio Temporelli – Consulente Tecnico e Divulgatore Scientifico
Luciano Rosselli – autore di siti web e libri sulla storia di Genova
Giacomo Revelli – scrittore “Dell’approvvigionamento idrico della città di Genova”
• 17 aprile 2014 – ACQUA DA BERE E SOCIETA’
Silvia Parodi e Manuela Cappello – Comitati Acqua Bene Comune
Erik Gambaro – ing. Acqua Semplice
• 8 maggio 2014 . ACQUA E TECNICA
Vittorio Bonaria – geologo e scrittore “La diga di Molare”
Paolo Biasetton – storico “Quaderni di Archeologia Industriale”
• 9 maggio 2014 – GHIACCI MARINI E TERRESTRI
Marco Faimali – ricercatore dell’Istituto di Scienze Marine del Consiglio Nazionale delle Ricerche
(ISMAR-CNR)
Elena Motta – glaciologia
Gianluca Gavotti – speleologo
• 16 maggio 2014 – ACQUA, RELAZIONE, REALTA’, ENERGIA SOTTILE e FILOSOFIA
Paolo Renati – fisico e filosofo
Mauro Aresu – ricerche sull’Elettromagnetismo e Radiestesia
Marcello Trucco – Lectorium Rosacrocianim
• 22 maggio 2014 – SFRUTTAMENTO SOSTENIBILE DELLE RISORSE IDRICHE: il ruolo della ricerca e delle comunità
Riccardo Petrini – geochimico, ricercatore dell’università di Pisa
Simone Vezzoni – geologo,
Rolando Pozzani – geologo
• 30 maggio 2014 – MESSAGGI IN BOTTIGLIA, U Dragun, Aegue Fresca e L’Invenzione dell’Acqua
Silvio Ferrari- -storico e scrittore, video e libro – U Dragun un’imbarcazione per il mondo
Andrea Sessarego -ass.Aegua Fresca
Federico Boni – saggista e sociologo
• 6 giugno 2014 – ACQUA E CURA
Rossella Pisani – counselor somatorelazionale
Rossella Valdrè – specialista in Psichiatria, psicoanalista della Società Psicoanalitica Italiana

ALE CAVALLI
“Guidata, così, dalla consapevolezza della presenza “antica” e pervasiva dell’ACQUA nel nostro mondo – nel corpo umano per 80%, e nel pianeta, chiamato appunto “azzurro”, per 71% della superficie terrestre, di cui solo il 4,26% d’acqua potabile – ho raccolto materiali e idee che offro in questa mostra per condividere le mie riflessioni. In un primo momento, mi ero data l’ambizioso obbiettivo, di essere esaustiva e sistematica. In seguito, invece, mi ha guidato il linguaggio degli affetti. Lungo il percorso ho incontrato luoghi, persone, cose, che mi hanno deviato, e arricchito; ho trovato così, strada facendo, la coerenza di ciò che entra in contatto con i sensi, in parole, immagini, suoni e tocchi.”

Diplomata al Liceo Artistico N.Barabino, e poi Restauratrice di Dipinti murali all’Accademia Ligustica, ha svolto questo ruolo per 25 anni progettando e realizzando interventi nei musei, palazzi, chiese fra i più importanti della città di Genova e in Liguria. Porta la sua esperienza lavorativa, con tutte le sue sfaccettature, nel suo percorso creativo che sviluppa attraverso lo studio e la pratica di fotografia, pittura, scultura, allestimento di mostre, organizzazione di eventi culturali e artistici, a Genova e in Italia. Dal 2005 espone in luoghi atipici: chiese, biblioteche, esercizi commerciali e artigianali, musei. Attraverso personali studi sullo sviluppo della creatività nel bambino e non solo, realizza progetti di laboratori creativi. Insegna e pratica l’arte marziale Tai ji quan. Il suo motto è “abbiamo tutta la vita davanti”.

Si ringrazia:
ASSOCIAZIONE CULTURALE CONGEGNI, ACQUA SEMPLICE, NATURE’S DESIGNE