Cercando Conrad. Storie e navi di uno scrittore marinaio

Dopo la prima tappa genovese, la mostra si trasferirà all’Acquario di Milano e nel 2015 al Museo della Marineria di Cesenatico. Per tutta la durata dell’esposizione sono previsti eventi collaterali realizzati nelle Biblioteche centrali Berio e De Amicis. Presso il Bookshop del Galata sono disponibili le principali opere conradiane.

La mostra curata da Pierangelo Campodonico e dai due intellettuali milanesi, Giancarlo Costa e Massimo Rizzardini, dà inoltre l’avvio al programma di festeggiamenti, dedicati ai visitatori del Museo e alla città di Genova, previsti per celebrare il decennale del Galata.

L’allestimento, concepito come un invito alla lettura di uno degli scrittori europei più significativi per comprendere il Novecento, si sviluppa nel secondo piano del Galata, nelle sale che raccontano l’età della vela, dall’età di Napoleone al tramonto dei velieri, inquadrando storicamente così il contesto e l’opera dello scrittore.
E’ un percorso che va a sovrapporsi sull’esistente, come un “gioco dell’oca” dove ogni tappa consente di scoprire l’opera e la vita di Conrad.
Totem informativi
raccontano la storia, la formazione, le esperienze del marinaio scrittore, uniti tra loro dal “book carpet”, una lunga striscia a pavimento che comprende copertine, titoli e pagine manoscritte delle Sue opere.

Altre caselle del gioco sono rappresentate da due elementi tipicamente marinari, le “casse” e i “bauli”: casse che ospitano le edizioni più significative delle biblioteche genovesi e bauli che custodiscono e permettono la consultazione di pagine diverse della produzione letteraria conradiana. Il percorso prosegue nella piccola sala di lettura allestita davanti alla prua del brigantino genovese e dov’è possibile sedersi per riscoprire il piacere di leggere, facendosi interrogare e affascinare dalle parole dello scrittore.

Il percorso, termina con la “salita a bordo” del brigantino genovese, tipologia d’imbarcazione su cui Conrad ha navigato per oltre vent’anni diventandone anche comandante, dove le sue parole lasciano lo spazio agli oggetti e alla fisicità dell’ambiente, al racconto di una vita materiale che diventa avvolgente. E’ così che il cerchio si chiude: dal museo allo scrittore, dalla parola scritta all’oggetto e alla vita materiale che il museo raccoglie e conserva.

CONRAD A GENOVA E AL GALATA MUSEO DEL MARE
La scelta di realizzare una mostra su Conrad nasce dalla volontà dei curatori di far scoprire uno scrittore che per motivi diversi, legati alla sua storia personale, resta una fonte attendibile per comprendere un mondo al suo tramonto, quello della vela, sia nei luoghi ma anche nelle persone. Un’umanità spesso povera e disperata, quella di marinai, per lo più analfabeti e che difficilmente hanno lasciato testimonianza diretta di un importante pezzo di storia della nostra marineria,

La mostra mette in evidenza il legame di Conrad con Genova città nella quale nel 1914 passa qualche giorno, restandone così impressionato da rendere la città storica, dalla Nunziata al Molo Vecchio, lo scenario di un suo libro incompiuto, Suspense, pubblicato postumo nel 1925. Ma il rapporto tra Genova e Conrad non si limita solo al passaggio e alla permanenza in città in quanto lo scrittore ha condiviso fisicamente con la marineria dei liguri le navi, gli spazi, le rotte ma anche le avventure, le frustrazioni e i pericoli.

Lo scrittore navigò tra il 1878 e il 1894 su velieri inglesi che i genovesi conoscevano molto bene ospitandoli spesso in porto ed acquistandoli quando venivano posti in vendita dai loro armatori. Si spiega così come il “Narcissus”, reso celebre dal racconto “Il negro del Narcissus” pubblicato nel 1897, si ritroverà a Camogli, acquistato dall’armatore Bertolotto, dove farà bella mostra di sé fino al compimento del suo destino quando si infrangerà su una costa deserta del Brasile.

EVENTI COLLATERALI
Letture e esposizioni bibliografiche nelle Biblioteche centrali Berio e De Amicis e nel Bookshop del Galata:

• da venerdì 18 aprile al 30 settembre
Biblioteca De Amicis.
“Quanto mare!”. Esposizione di storie e romanzi d’avventure di mare da Conrad ai grandi classici

• da lunedì 12 a sabato 31 maggio
Biblioteca Berio. Spazio “BerioIdea”. “Cercando Conrad”. Proposte di lettura su tema Conrad e romanzi di mare e di avventura

• sabato 17 maggio dalle ore 9.00 alle 18.00 Mercatino di san Frumenzio
Biblioteca Berio. Giardino. Mercatino di libri usati dal mattino e letture conradiane

• martedì 20 maggio dalle ore 20.30 alle 22.00 “Appuntamento nel buio”
Biblioteca Berio. Retro Sala Mostre. lettura “al buio” di un brano tratto da un romanzo di Joseph Conrad a cura di Lidia Schichter

• da venerdì 13 a martedì 24 giugno
Biblioteca Berio e Biblioteca De Amicis. Porto antico. Promozione della mostra “Cercando Conrad”e letture conradiane in occasione del SUQ

• sabato 24 maggio dalle ore 21.00 alle 22.30 “Appuntamento nel buio”
Biblioteca De Amicis.
Sala Lele Luzzati. lettura “al buio” di un brano tratto da un romanzo di Joseph Conrad a cura di Lidia Schichter

(A cura di Danilo Bonanno, Responsabile gestione Biblioteche centrali Berio e De Amicis)